Mediven struva 23 clinical compression thrombosis

mediven® struva® 23

Calze post-operatorie

  • Firm hold thanks to silicone topband
  • Breathable and particularly soft
  • Latex-free

  Informazioni mediche

Pressione di 23 mmHg alla caviglia

Le calze post-operatorie hanno un ampio spettro di utilizzo nel trattamento ambulatoriale e semi-ambulatoriale delle trombosi, nella chirurgia venosa e in sostituzione dei classici bendaggi compressivi degli arti inferiori.
Con una pressione di 23 mmHg in corrispondenza della caviglia, che si riduce gradualmente in direzione della coscia, mediven struva 23 è indicata soprattutto per la breve compressione diretta post-operatoria dopo interventi di chirurgia venosa. In questo modo, si favorisce il ritorno venoso e si previene la formazione di edemi e di ematomi.
In chirurgia venosa, mediven struva 23 viene impiegato a integrazione di mediven struva 35.


Caratteristiche

Vantaggi del prodotto

  • Durante e dopo l’intervento chirurgico, la gamba non operata viene trattata con mediven struva 23, per la prevenzione delle trombosi.
  • Dopo 1-4 giorni, quando viene interrotto il trattamento compressivo della gamba operata con mediven struva 35, anche questa gamba può essere trattata con mediven struva 23.

Uso previsto

Calza compressiva medicale a maglia circolare per la compressione degli arti inferiori, utilizzata principalmente nella prevenzione e nel trattamento delle patologie vascolari e, in generale, degli stati di gonfiore.

Informazioni dettagliate

Colori standard


Lunghezze

  • Gambaletto
  • Calza a tutta coscia

Componenti materiali

76% di poliammide, 24% di elastan, senza lattice

Taglie

I – VII

Varianti

Below-knee stocking (AD)
Thigh-length stocking (AG)
Thigh-length stocking (AG) with waist attachment

Informazioni mediche

Indicazioni

  • profilassi fisica della trombosi pre, intra e postoperatoria nei pazienti parzialmente mobilizzati
  • prevenzione e trattamento di edemi ed ematomi post-operatori e post-traumatici nonché riduzione dei dolori associati (ad es. in caso di interventi di chirurgia ortopedica o flebologica)
  • terapia delle ulcerazioni venose nei pazienti immobilizzati/parzialmente mobilizzati

Controindicazioni

  • Arteriopatia periferica occlusiva avanzata (in caso di presenza di uno dei seguenti parametri: ABI < 0,5, pressione arteriosa della caviglia < 60 mmHg
  • pressione all’alluce < 30 mmgH o TcPO2 < 20 mmHg sul dorso del piede)
  • insufficienza cardiaca congestizia (NYHA III + IV), flebite settica
  • Phlegmasia cerulea dolens
  • edema massivo degli arti inferiori

Prestare particolare articolare attenzione in caso di 

  • Dermatite essudante grave, intolleranza al materiale compressivo
  • forte parestesia degli arti
  • neuropatia periferica avanzata (ad esempio correlata al diabete mellito)
  • poliartrite cronica primaria

Accessori