Malattie venose

Le vene trasportano ogni giorno il sangue al cuore

Malattie venose - Malattie venose

Che cosa sono le malattie venose?

Le vene delle gambe devono lavorare molto per svolgere questa funzione. Se non sono in grado di svolgerla, il sangue ristagna nelle gambe e possono comparire varie forme di malattia venosa.

Le malattie venose sono molto diffuse. Molti uomini e molte donne in Germania presentano anche una malattia venosa cronica. La predisposizione è spesso genetica, ma anche fattori quali il lavoro in piedi o seduti, l’obesità e la carenza di esercizio fisico svolgono un ruolo causale. Le gambe affaticate e pesanti, la sensazione di punture e formicolio o di gonfiore alle caviglie possono essere tutti segni di un’insufficienza venosa. Le alterazioni venose possono essere efficacemente contrastate con la corretta interpretazione dei sintomi e delle misure preventive precoci.

Esempi di malattie venose

Tipici esempi di malattie venose sono:

Segni e sintomi

Le prime alterazioni delle vene delle gambe iniziano, di regola, molto prima della scoperta delle vene varicose o di altri segni visibili. Gambe stanche o pruriginose, caviglie gonfie di sera, punture e formicolio o dolore delle gambe sono i primi segni di alterazioni venose. Le cosiddette “vene sentinella”, un circolo di vene distese sulla caviglia, sono un segno precoce molto importante.

Queste sono seguite in seguito dal gonfiore dovuto all’accumulo di acqua, le cosiddette "gambe gonfie". Consultare un flebologo, che potrà scegliere il trattamento più adatto al singolo caso. Tra l’altro: la visita è completamente indolore e non presenta rischi.

Il sistema di classificazione CEAP

(flexikon.doccheck.com/de/CEAP-Klassifikation: Rabe, Eberhard; Gerlach, Horst E. (2005): Praktische Phlebologie. 2nd revised version. A. Stuttgart: Georg Thieme Verlag.:

StadioAlterazioni
C 0Assenza di segni visibili o palpabili di malattia
C 1Teleangectasie o vene a reticolo
C 2Vene varicose senza segni clinici di insufficienza venosa cronica
C 3Vene varicose con edema
C 4aVene varicose con alterazioni del trofismo cutaneo suddivise in:
C 4bPigmentazione o eczema
C 5Lipodermato sclerosi o atrofia bianca
C 6Vene varicose con ulcera venosa guarita
Vene varicose con ulcera venosa attiva

 

Fattori di rischio

L’insufficienza venosa è spesso genetica, ma altri fattori quali lassità del tessuto connettivo di base, gravidanza e cambiamenti ormonali favoriscono le malattie venose. Anche l’alcool, che dilata i vasi sanguigni, l’obesità e i problemi digestivi persistenti possono influire. Sono fattori dannosi anche alcune abitudini, quali stare in piedi o seduti a lungo e la mancanza di esercizio fisico.

Prevenzione

"Meglio camminare e sdraiarsi che stare in piedi o seduti” è la regola pratica della Venen-Liga e.V. [associazione tedesca per combattere le malattie venose]. Molta attività fisica e gli esercizi specifici mantengono le vene elastiche e in forma. L’alternanza di contrazione e rilasciamento dei muscoli della gamba mantiene il sangue in movimento. Anche le docce calde e fredde costituiscono un trattamento per le gambe.

Come si possono trattare le malattie venose?

Le malattie venose non sono curabili, ma rispondono bene al trattamento. Sono disponibili molti metodi di trattamento, anche per i quadri clinici avanzati. I più importanti sono il trattamento compressivo e la chirurgia venosa.

Prodotti medi

Rate this Content

 
 
 
 
 
 
 
Rate
 
 
 
 
 
 
7 Rates
94 %
1
5
4.7