Infiammazione venosa

Nell’infiammazione venosa (termine medico: flebite), la parete della vena è infiammata

Infiammazione venosa

Localmente circoscritta e dolorosa

Di solito sono affette le vene superficiali (flebite superficiale). L’infiammazione compare spesso in connessione con le vene varicose nelle vene delle gambe, anche se possono essere colpite anche le vene delle braccia e, raramente, le vene del viso e del collo. Di regola, la flebite è localmente circoscritta e a volte può essere molto dolorosa. Il segmento affetto della vena è visibile come un’area arrossata, calda e spesso gonfia della cute. L’infiammazione causata da batteri può provocare febbre.

Va consultato immediatamente uno specialista (flebologo, angiologo, chirurgo vascolare, dermatologo): l’infiammazione venosa può causare dei coaguli ematici (trombosi). Se una vena profonda della gamba è infiammata, può causare una trombosi, denominata anche trombosi venosa profonda o flebotrombosi.

Se la trombosi raggiunge il polmone, può comparire un’embolia polmonare che può essere letale.

Cause di infiammazione venosa

Il flusso rallentato del sangue è la causa più comune di infiammazione venosa. Ciò porta a reazioni infiammatorie sulla parete venosa indebolita che è spesso predisposta dalle vene varicose. Ma l’infiammazione venosa può comparire anche nei punti in cui la vena rimane schiacciata per lunghi periodi da indumenti troppo stretti o, ad esempio, dai margini troppo rigidi di una sedia. Un’altra causa comune è rappresentata dai cateteri a permanenza che i medici posizionano per le infusioni o per somministrare farmaci e che rimangono nella vena per diversi giorni. L’infiammazione venosa può essere causata anche da una lesione della parete venosa o da batteri che vi penetrano. Può anche comparire dopo interventi chirurgici e lunghi periodi fermi a letto.

Come viene trattata l’infiammazione venosa?

Che cosa succede se l’infiammazione venosa non viene trattata?

L’infiammazione delle vene superficiali diagnosticata e trattata prontamente spesso regredisce entro pochi giorni senza alcuna complicanza. Se i sintomi dell’infiammazione venosa non vengono trattati, essa può diffondersi e causare un dolore che dura parecchie settimane. La situazione è particolarmente precaria se l’infiammazione venosa compare nelle vicinanze di un ramo nel sistema venoso profondo. Se questa non viene trattata, può causare trombosi venosa profonda con il rischio di una pericolosa embolia polmonare.

Suggerimenti per la vita quotidiana per la prevenzione dell’infiammazione venosa:

  • Bere a sufficienza
  • Evitare di stare a lungo seduti o in piedi
  • Fare esercizi per i piedi, per attivare la pompa venosa
  • Trattare le vene varicose
  • Indossare ogni giorno le calze sanitarie compressive se sono già presenti le vene varicose
  • Smettere di fumare

Prodotti medi

Rate this Content

 
 
 
 
 
 
 
Rate
 
 
 
 
 
 
12 Rates
72 %
1
5
3.6